Connect with us

BASKET

I migliori match NBA del 22 marzo

migliori match NBA del 22

La notizia dell’infortunio di LeBron James, costretto a uno stop di cui non è ancora possibile prevedere l’entità, ha sconvolto scenari e previsioni nel periodo cruciale della regular season del campionato statunitense. Con la corsa ai play-off più incerta che mai, torniamo oltreoceano per un’analisi dei migliori match NBA del 22 marzo.

 

Milwaukee Bucks – Indiana Pacers

 

Con la vittoria contro gli Spurs i Bucks sono arrivati a sei successi consecutivi, consolidando la terza posizione in Eastern Conference dietro Nets e Sixers. Si tratta della più lunga striscia positiva stagionale di Milwaukee, regalo di un Antetokounmpo impressionante nella sua affidabilità, ma anche di un gruppo solido che sa come sostenerlo.
I Pacers, impegnati in una doppia sfida contro gli Heat, sono invece in un periodo più complicato. La vittoria di venerdì contro Miami è solo la seconda nelle ultime sette partite, e questa volta il contributo di Malcolm Brogdon, con almeno 20 punti in tutti gli ultimi cinque match, si è rivelato decisivo. Il team di Indianapolis ha stentato dopo la sosta, ma il successo contro una delle squadre più in forma del momento potrebbe indicare la fine delle difficoltà.
I Bucks sono però difficilissimi da affrontare in casa, dove vantano un record di 16-5. Dopo aver già battuto i Pacers a febbraio, probabilmente si ripeteranno alle 02,00 italiane di martedì.

 

Chicago Bulls – Utah Jazz

 

Una bruciante sconfitta all’overtime in un match dominato per i primi tre quarti ha mandato su tutte le furie il coach dei Bulls e messo in evidenza i limiti di un gruppo che non riesce a trovare regolarità. È il secondo ko di fila per Chicago, nonostante i più di 20 punti di Zach LaVine in entrambe le occasioni, e la squadra sta faticando a tenere il passo delle rivali per i play-off. Un’occasione di riscatto potrebbe arrivare già oggi contro i Pistons ultimi in classifica. Subito dopo, alle 02,00 italiane di martedì, sarà il turno di Utah.
Nonostante il successo di misura coi Raptors, la capolista di Western Conference ultimamente ha rallentato la sua marcia trionfale. Per tutto marzo non è riuscita a vincere due partite consecutive, e la squadra di Toronto, alla settima sconfitta, è stata in grado di spaventarla. Ci sono voluti il solito Donovan Mitchell e un errore da tre degli avversari sulla sirena per salvare i Jazz
Un campanello d’allarme pericoloso per Utah, che domani potrebbe essere sorpresa dai Bulls in cerca di riscatto.

 

LA Clippers – Atlanta Hawks

 

Dopo la batosta rimediata conto Dallas, i Clippers sono tornati alla vittoria nel modo più convincente possibile, travolgendo gli Hornets grazie a una serata perfetta ai tiri liberi (23/23) e a un ottimo Paul George. Un’iniezione di fiducia per la squadra di Los Angeles, che ultimamente ha faticato a dare continuità ai risultati, scivolando al quarto posto della Conference occidentale.
E ne avranno bisogno per affrontare gli Hawks, freschi dell’ottavo successo consecutivo. A farne le spese sono stati i Lakers, che, perso James nel secondo quarto, non sono riusciti a contenere Collins e Gallinari.
Alle 03,00 italiane di martedì Atlanta cercherà nuovamente di sorprendere gli avversari, come già fatto a gennaio nel precedente match coi Clippers. Sfavoriti su carta, in questo momento gli Hawks sembrano in grado di battere chiunque, ed è probabile che assisteremo alla nona vittoria della loro serie.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Advertisement

Must See

More in BASKET