Connect with us

BASKET

I migliori match NBA dell’8 aprile

migliori match NBA dell'8

Torna la consueta carrellata sul basket a stelle e striscie, per un turno che offre grandi incontri e sfide storiche. Ecco cosa aspettarci dai migliori match NBA dell’8 aprile.

 

Miami Heats – Los Angeles Lakers

 

Dopo quattro vittorie è infine arrivato un ko per gli Heats, per mano degli stessi Grizzlies che, tre settimane fa, avevano interrotto la loro precedente streak. Quella sconfitta aveva segnato l’inizio di un periodo nero durato sei turni. Stavolta però, per rimettersi subito in carreggiata, Miami può contare su un Victor Oladipo in più. Fresco arrivo da Houston, la guardia si sta integrando in fretta nella nuova squadra e, dopo un paio di match incerti, ieri ha mostrato incoraggianti segnali di miglioramento.
I Lakers, ancora in piena emergenza infortuni, dopo la bruciante sconfitta nel derby hanno avuto uno scatto d’orgoglio, imponendosi sui Raptors grazie anche a un’ottima prestazione di Marc Gasol. Ma lo spagnolo potrebbe essere messo da parte già nella prossima partita, quando il team di Los Angeles recupererà Drummond.
Una buona notizia per coach Vogel in vista di una gara difficile. Gli Heat però possono contare su tutte le loro stelle, e hanno buone possibilità di fare risultato.
Palla a due alle 01,30 italiane di venerdì.

 

Dallas Mavericks – Milwaukee Bucks

 

Dopo l’ottima vittoria contro i Jazz, dominatori della Wester Conference, i lanciatissimi Mavericks dovranno vedersela con i Rockets e poi, alle 03,00 italiane di venerdì, con i Bucks.
Dallas viene da cinque successi consecutivi, e quello con Utah, arrivato nonostante l’assenza di Porzingis, non potrà che dare sicurezza a Doncic e compagni.
Milwaukee è invece in cerca di riscatto dopo il ko rimediato contro i Warriors per un solo punto. Con Antetokounmpo fuori per infortunio, il team del Wiskonsin ha visto così interrompersi la sua striscia positiva, pur restando saldamente al terzo posto nella Conference orientale.
Gli equilibri del match dipenderanno in larga parte dalla disponibilità del campione greco. Se Antetokounmpo dovesse giocare si assisterà probabilmente a una sfida aperta e incerta. Una sua assenza, invece, renderebbe nettamente favorita la squadra di casa.

 

LA Clippers – Phoenix Suns

 

Inizio alle 04,00 italiane di venerdì per questa sfida di alta classifica. Dopo la convincente vittoria nel derby i Clippers hanno battuto anche Portland, guidati da un Paul George con 36 punti all’attivo. Risultati che permettono alla franchigia di Los Angeles di insidiare il secondo posto in Western Conference dei Suns, che prima di andare in California dovranno anche affrontare i Jazz.
Due turni complicati per Phoenix, in una striscia positiva di sei partite che nemmeno un’agguerritissima prestazione dei Rockets è riuscita a interrompere. Decisivi sono stati Devin Booker e i 18 punti, su 36 complessivi, che ha messo a segno nell’ultimo quarto di gioco.
Il calendario non aiuta i Suns per questo match, dato che la partita contro Utah costerà probabilmente moltissime energie fisiche e mentali. E i Clippers, che hanno già battuto Phoenix a gennaio e giocano sull’onda dell’entusiasmo, saranno pronti ad approfittare di ogni calo

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Advertisement

Must See

More in BASKET