Connect with us

In primo piano

I quarti di finale dell’ATP Marsiglia

quarti di finale dell'ATP Marsiglia

Dopo due turni in cui non sono mancate emozioni e grandi match, domani l’Open 13 Provence entra nel vivo. In attesa che vengano ufficialmente definiti gli orari degli incontri, vediamo quali sono i quarti di finale dell’ATP Marsiglia da non perdere.

 

Karen Kachanov – Matthew Ebden

 

La terza testa di serie del torneo, Karen Kachanov, ieri ha battuto l’agguerrito McDonald raggiungendo i quarti di finale per la terza volta da inizio stagione.
A Rotterdam, la scorsa settimana, il russo, che si era imposto su Wawrinka al primo turno, era stato fermato da Tsitsipas. A Marsiglia lo aspetta invece Matthew Ebden, di recente tornato sui campi dopo un anno di inattività a causa di un infortunio, dopo che nel 2019 aveva raggiunto il suo migliore piazzamento nel ranking al trentanovesimo posto. L’australiano, ai quarti anche all’ATP Singapore, si è fatto strada nel torneo dalle qualificazioni e agli ottavi ha battuto agevolmente un Top 100 in ascesa come Ruusuvuori.
C’è un solo precedente tra i due, risalente al 2018. In quell’occasione Ebden si era dovuto ritirare al secondo set, dopo un primo dominato dal n. 21 al mondo. Kachanov ha faticato più del previsto agli ottavi, ma di recente ha fornito con regolarità prestazioni formidabili. A meno di grossi passi falsi, la sua seconda semifinale del 2021, dopo quella del Great Ocean Road, sembra alla sua portata.

 

Daniil Medvedev – Jannik Sinner

 

Dopo lo scivolone di Rotterdam, una clamorosa eliminazione al primo turno contro Lajovic, Daniil Medvedev ha ripreso la caccia al suo decimo titolo ATP. Il match di debutto lo ha visto affrontare il sempre problematico Gerasimov, regolato in due set nonostante il bielorusso sia riuscito ad annullare cinque match point. Si tratta della prima vittoria del fresco n.3 al mondo dopo la sconfitta nella finale degli Australian Open per mano di Djokovic, che aveva interrotto una striscia di venti successi consecutivi.
Jannik Sinner invece ha avuto un avvio di torneo più complicato, con una feroce battaglia in tre set contro un tenacissimo Barrere. L’ottavo, contro la giovane wild card Gaston, è stato invece più semplice per l’azzurro, che ha chiuso il match con un incoraggiante 6-4 6-2. Dopo i problemi alla schiena delle scorse settimane l’altoatesino sembra aver ritrovato la condizione che a gennaio lo ha portato al trionfo nell’ATP Melbourne.
Questo incontro ripropone l’ottavo dell’Open 13 dell’anno scorso, l’unico precedente tra i due atleti, conclusosi col successo del russo dopo uno strepitoso primo set dell’italiano. Una rivincita che sarà probabilmente il match da guardare della giornata, e uno che rivedremo spesso nei prossimi anni. Al momento comunque, salvo clamorose sorprese, battere Medvedev resta complicatissimo per chiunque. Probabilmente domani Sinner vedrà interrompersi la scalata al suo terzo titolo.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Advertisement

Must See

More in In primo piano