Connect with us

In primo piano

Il primo turno dell’ATP Monaco

primo turno dellATP Monaco

Il tour ATP fa tappa in Baviera per il BMW Open, torneo 250 su terra battuta che domani parte con il tabellone principale. Il due volte vincitore Alexander Zverev è la prima testa di serie e il favorito del torneo, ma dovrà guardarsi da avversari come Ruud, Karatsev e Krajinovic. Tutti e quattro usufruiranno di un bye, ma nel primo turno dell’ATP Monaco non mancano i nomi da tenere d’occhio.

 

Nikoloz Basilashvili – Thiago Monteiro

 

Come la quinta testa di serie, Nikoloz Basilashvili, in cerca di riscatto dopo due eliminazioni al primo match a Montecarlo e Barcellona. Il georgiano continua col suo andamento altalenante in una stagione che lo ha visto trionfatore a Doha e semifinalista a Cagliari, ma in cui ha un record di 9-10.
Anche Thiago Monteiro non è nel periodo più brillante di un anno che era iniziato positivamente, con una semifinale al Melbourne 1 e i quarti di Cordoba. Dopo la mancata qualificazione nel Principato e un solo turno in Spagna, il n. 76 del ranking cercherà di rilanciarsi in Germania ripetendo la vittoria del Roland Garros 2020 su Basilashvili.
Quel match era però arrivato in un momento nero per il n. 36 al mondo, che è oggi in una forma molto diversa e che, nonostante l’incostanza, non dovrebbe avere troppe difficoltà ad avanzare.

 

Stefano Travaglia – Sebastian Korda

 

Una bella prova contro Krajinovic non è bastata a Stefano Travaglia per superare il primo turno a Belgrado. Dopo i quarti di Antalya e la prima finale ATP al Melbourne 1, l’italiano, pur senza mai sfigurare, non ha vinto neanche un match in un tabellone principale.
Non sarà facile interrompere questa serie negativa contro il giovane Sebastian Korda. Dopo la finale di Delray Beach l’americano ha raggiunto i quarti a Miami, superando nel percorso Fognini, Karatsev e Schwartzman. In questa stagione non si è però ancora messo alla prova sulla terra battuta, anche se lo scorso Roland Garros, dove è arrivato agli ottavi partendo dalle qualificazioni, dimostra che non va sottovalutato.
In questo incrocio inedito Travaglia dovrà far pesare la sua esperienza e contare sulla ruggine dell’avversario sui campi in terra. Finora l’azzurro ha raccolto meno di quanto forse avrebbe meritato, e nel prossimo match potrebbe invertire la tendenza.

 

Emil Ruusuvuori – Soonwoo Kwon

 

Primo incontro tra due dei più interessanti giovani del circuito. Emil Ruusuvuori, 22 anni, in stagione ha già riportato vittorie pesantissime su Monfils e Zverev, ma non è ancora riuscito a superare gli ottavi di un torneo, come nella sua ultima apparizione a Miami.
Soonwoo Kwon, 23 anni, è reduce dall’eliminazione contro Djokovic al secondo turno di Belgrado, ma ha all’attivo i quarti di finale a Singapore e Marbella, oltre al trofeo strappato a Musetti nel Challenger di Biella.
Tra i due il finlandese sembra avere il vantaggio in talento e potenziale, ma il coreano è più costante nelle prestazioni, e sulla terra battuta è molto più a suo agio dell’avversario, che nel 2021 non ha ancora giocato sulla superficie e nel 2020 lo ha fatto in due soli match, perdendoli entrambi. Fattori che spingono a vedere in Kwon il favorito per il passaggio del turno.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Advertisement

Must See

More in In primo piano