Connect with us

ALTRI SPORT

MotoGP: il Gran Premio del Qatar

MotoGP: il Gran Premio del Qatar

Finalmente si ricomincia: questa settimana in Qatar, sul circuito di Losail, torna il Motomondiale. Dopo il pazzo 2020 c’è tantissima attesa per l’avvio della nuova stagione, che, dopo le prove di venerdì e sabato, si inaugurerà ufficialmente domenica 28 alle 19,00 italiane.
Andiamo perciò ad analizzare la prima gara MotoGP del 2021, il Gran Premio del Qatar.

 

Assenze e nuovi arrivi

 

A fare notizia è soprattutto un’assenza: Marc Marquez non sarà presente alla partenza, e salterà anche la prossima gara. In attesa del suo ritorno l’Honda si affiderà di nuovo a Stefan Bradl, che aveva già sostituito lo spagnolo l’anno scorso, in coppia con Pol Espargarò.
Non sarà però l’unico a mancare, dato che Joan Mir, chiamato con la sua Suzuki a difendere il titolo vinto nel 2020, dovrà fare a meno del team manager Davide Brivio, passato alla F1.
In casa Yamaha Morbidelli, al secondo posto la scorsa stagione, farà coppia su Petronas con Valentino Rossi, sostituito da Quartararo per affiancare Vinales nel team ufficiale.
La Ducati, senza più Dovizioso, schiera invece Jack Miller e Pecco Bagnaia.
Tra i rookie al loro debutto in MotGP, infine, il più atteso è certamente il campione del mondo di Moto 2 Enea Bastianini.

 

I favoriti

 

Il pilota da tenere d’occhio domenica sarà Miller: l’australiano della casa di Borgo Panigale è infatti risultato il più veloce nella combinata dei test svoltisi sul circuito qatariota. Attenzione però alla Yamaha, che ha piazzato le due moto ufficiali e la Petronas di Morbidelli subito dietro di lui. Solo settimo e ottavo tempo per le Suzuki, che hanno fatto peggio dell’Aprilia di Aleix Espargaro.
Sono comunque ben 11 i piloti che hanno infranto la soglia dell’1’54’’, tra cui anche Valentino Rossi (che a Losail ha vinto quattro volte) e Pol Espargarò.

 

L’incognita del meteo

 

Dopo un ultimo giorno di test in cui è stato praticamente impossibile correre a causa del forte vento, il meteo prevede condizioni simili per domenica. Anche senza rendere inagibile il circuito, raffiche violente e una pista piena di sabbia potrebbero complicare la vita ai piloti e cambiare il volto della gara in modi inaspettati.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Advertisement

Must See

More in ALTRI SPORT